martedì 11 luglio 2017

Concerto di Robbie Williams - Verona

Pronti per questo evento? 

Lo stadio Bentegodi di Verona che ospiterà 39.211 fan!
Non mancare il 14 luglio!

                                                           www.labellaverona.com 


http://magazine.ticketone.it/robbie-williams-3/

giovedì 22 giugno 2017

La magia dell'Opera ti aspetta in Arena!


Inizia il conto alla rovescia:
all'Arena di Verona Opera Festival 2017!

Un nuovo allestimento, un programma d'eccellenza, nomi illustri ed eventi da non perdere nel teatro lirico all'aperto più suggestivo al mondo! Regalati un'emozione da togliere il fiato.
Da venerdì 23 giugno a domenica 27 agosto accendi con noi le tradizionali candeline prima dello spettacolo e goditi l'atmosfera unica e inimitabile di una serata senza tempo all'insegna della grande musica.

La magia dell'Opera ti aspetta in Arena!


www.labellaverona.com

domenica 11 giugno 2017

La leggenda del Pozzo dell'Amore

Non solo Giulietta e Romeo!



quando Verona si trovava appunto sotto il dominio del Sacro Romano Impero, un giovane soldato di nome Corrado di San Bonifazio cadde innamorato di una giovane donna del tempo. La bella fanciulla per la quale il Veronese Corrado perse letteralmente la testa si chiamava Isabella e apparteneva al casato dei Donati. Isabella tuttavia sembrava rifiutare l'amore di Corrado, respingendo ogni suo tentativo di seduzione, restando impassibile ed indifferente ai suoi slanci amorosi.“

Potrebbe interessarti: http://www.veronasera.it/speciale/blog/leggenda-pozzo-amore-corrado-isabella-chiesa-san-marco.html
Seguici su Facebook: http://www.facebook.com/veronasera



quando Verona si trovava appunto sotto il dominio del Sacro Romano Impero, un giovane soldato di nome Corrado di San Bonifazio cadde innamorato di una giovane donna del tempo. La bella fanciulla per la quale il Veronese Corrado perse letteralmente la testa si chiamava Isabella e apparteneva al casato dei Donati. Isabella tuttavia sembrava rifiutare l'amore di Corrado, respingendo ogni suo tentativo di seduzione, restando impassibile ed indifferente ai suoi slanci amorosi.
Non solo Giulietta e Romeo: la leggenda del Pozzo dell'amore a Verona
Si narra infatti che al tempo dell'Imperatore Massimiliano (1509-1517), quando Verona si trovava appunto sotto il dominio del Sacro Romano Impero, un giovane soldato di nome Corrado di San Bonifazio cadde innamorato di una giovane donna del tempo. La bella fanciulla per la quale il Veronese Corrado perse letteralmente la testa si chiamava Isabella e apparteneva al casato dei Donati. Isabella tuttavia sembrava rifiutare l'amore di Corrado, respingendo ogni suo tentativo di seduzione, restando impassibile ed indifferente ai suoi slanci amorosi.


Fu così che un giorno quando la coppia s'incontrò nei pressi di un cortile sito a fianco della piccola Chiesa di San Marco, non lontano da Piazza Erbe, il povero Corrado esasperato dalla freddezza della sua amata che pareva non corrisponderlo, si sfogò accusandola di essere gelida, glaciale, "fredda come l'acqua del pozzo presente in quel cortile". Isabella non si scompose affatto a quelle dure parole e anzi, non paga delle numerose frustrazioni inflitte al cuore di Corrado, volle lanciargli un'ultima sfida: "Corrado, provate a saltar nel pozzo e forse vi trovarete più freddo che ghiaccio".



Come è noto, il cuore ha le sue ragioni che la ragione non conosce. E così, il giovane innamorato non esitò affatto di fronte alla temibile proposta: con grande slancio si gettò nel pozzo, andando incontro, nel bel mezzo dell'inverno, alle sue gelide e profonde acque. Isabella tuttavia, la quale fino a quel momento non aveva mai lasciato trapelare l'ombra di un sentimento, venne presa da sgomento nel veder quell'uomo onesto e probo che per il suo amore si era appena gettato verso una morte certa. Anch'ella aveva in realtà sempre amato Corrado e si decise pertanto a seguirlo nell'oscurità di quel pozzo che, per l'appunto, da quel giorno venne sempre ricordato quale "Pozzo dell'Amore".

Potrebbe interessarti: http://www.veronasera.it/speciale/blog/leggenda-pozzo-amore-corrado-isabella-chiesa-san-marco.html
Seguici su Facebook: http://www.facebook.com/veronasera

martedì 6 giugno 2017

Eccoci arrivati a Verona: dove parcheggio?

Alcuni consigli ed informazioni utili sui parcheggi a Verona e le zone a traffico limitato (ZTL) per evitare multe salate!


Se raggiungi Verona in auto, puoi parcheggiare vicino al centro storico nei diversi parcheggi adibiti
Inoltre, con Verona Card è possibile usufruire di tariffe agevolate nei parcheggi convenzionati.

Per parcheggiare nelle vie del centro, puoi utilizzare i parcometri (che accettano sia monete sia Bancomat) oppure Easypark, un sistema che permette di sostare con una telefonata o attraverso l'app pagando soltanto per il tempo effettivo della sosta.

Per essere aggiornati in tempo reale sulla viabilità e sulle statistiche di occupazione dei parcheggi: sistema InfoPark.

Nel centro storico di Verona l'accesso e la circolazione dei veicoli sono limitati a ore prestabilite e a particolari categorie di utenti: si tratta della zona a traffico limitato (ZTL), che è presidiata da varchi elettronici per controllare l'accesso dei veicoli non autorizzati.

Possono circolare liberamente biciclette, ciclomotori e motocicli a due ruote, che dovranno poi sostare solo negli spazi loro destinati (rastrelliere o stalli sosta di m. 1X2).

I bus turistici hanno a disposizione aree di parcheggio e di sosta oltre che percorsi studiati proprio per non creare disagi al traffico cittadino e ai turisti stessi: maggiori informazioni

E per i camperisti tutto ciò che c’è da sapere per fermarsi in città: dove sostare in città 

domenica 4 giugno 2017

Camere da sogno all'asta!



Cari amici volevo segnalarvi questa fantastica iniziativa:

B&B La Bella Verona ogni mese mette all'asta una camera da sogno! 

Rimanete aggiornati perché saranno aggiudicati anche soggiorni di una o più notti!

Maggiori informazioni sul sito http://www.labellaverona.com/verona-italia/dea-bendata/

Buona fortuna!!! 😊





venerdì 2 giugno 2017

Curiosità su Romeo e Giulietta

Sapete proprio tutto su romeo e giulietta?

Ecco alcune curiosità...

Il primo bacio dato a teatro lo si deve proprio ad una rappresentazione di Romeo e Giulietta.

Esistono ben 40 versioni cinematografiche!


Le più famose? Romeo e Giulietta del 1954 che si è aggiudicato il Leone d'Oro a Venezia, diretto da Castellani, ed il celebre Shakespeare in Love di John Madden, che ha vinto 7 premi Oscar nel 1998.

La Maledizione di Mercuzio


In punto di morte Mercuzio lancia una maledizione sulle famiglie di Giulietta e Romeo. La piaga in questione potrebbe essere la peste bubbonica che tra il 1563 e il 1578 uccise in Inghilterra circa il 5% della popolazione londinese. Tra le vittime anche tre sorelle, un fratello e l'unico figlio di William Shakespeare.

Astrologia


Nell'Inghilterra dell'epoca, l'influenza degli astri era considerata molto importante e le famiglie nobili ingaggiavano astrologi professionisti per farsi redigere l'oroscopo dettagliato alla nascita dei loro figli.


Ispirato ad Arthur Brooke


Alcune fonti sostengono che Shakespeare, per la storia di Romeo e Giulietta, si sia ispirato al poeta Arthur Brooke. Scene come l'incontro alla festa da ballo, il matrimonio segreto e la pozione con il sonnifero sono riprese dalle opere del poeta inglese, che a sua volta sembra essersi ispirato ad una coppia di giovani realmente esistiti nel XV secolo e che vivevano nella provincia di Salerno.


venerdì 26 maggio 2017

Romeo and Juliet

ROMEO AND JULIET - Mark Knopfler


Buongiorno romantico stamattina con questa splendida canzone!  
Buon ascolto!

                               

mercoledì 24 maggio 2017

Verona in un giorno

Itinerari per tutti i gusti: Verona in un solo giorno!



L’itinerario inizia dal museo Lapidario Maffeiano, istituito nel 1745 grazie all’appassionata opera di raccolta di Scipione Maffei, importante figura della cultura veronese.
Dopo aver visitato quello che è considerato uno dei più antichi musei pubblici d’Europa, ci si avvia verso piazza Bra, luogo che testimonia la vitalità cittadina e caratterizzato dalla presenza imponente dell’Arena.

Procedendo in direzione di via degli Alpini e imboccando stradone Maffei, si raggiunge la chiesa di S. Fermo, uno dei monumenti religiosi più particolari e affascinanti della città, composto da due chiese armoniosamente connesse e sovrapposte l'una all'altra.

Da qui ci si dirige in via Leoni, che ospita la porta Leoni, di epoca romana, di cui si può ammirare parte della facciata interna, di età repubblicana, e altri resti, tra cui il basamento di una delle due grandi torri.

Proseguendo arriviamo in via Cappello dove, secondo la leggenda, al civico 23 si trova la casa di Giulietta, con il balcone più famoso al mondo.

Da via Cappello, si raggiunge la suggestiva piazza delle Erbe, cuore della città fin dal tempo dei Romani.

La piazza, ancora oggi vivace e animata, è incorniciata da palazzi ed edifici che hanno segnato la storia di Verona: la domus Mercatorum, la torre del Gardello e palazzo Maffei. Alla destra della piazza si trovano le cinquecentesche case dei Mazzanti, riccamente affrescate e unite dal portico.

Da piazza delle Erbe, imboccando via dalla Costa, si arriva in piazza dei Signori detta anche “piazza Dante” (per la statua dedicata al poeta che vi dimora nel centro), ornata da palazzi di grande importanza storica e architettonica, come la loggia del Consiglio, il palazzo del Governo, la domus Nova
Sulla piazza, da cui si accede anche alla Torre del Lamberti,  si affaccia il Palazzo della Ragione, oggi sede della Galleria d’Arte moderna “A. Forti”.

Sempre da piazza dei Signori, oltrepassato l’arco tra i palazzi di Cangrande e del Capitanio, nei pressi della chiesa di Santa Maria Antica,  si trovano le Arche Scaligere, monumentale complesso funerario e straordinario esempio dell'arte gotica.

Il percorso continua verso la basilica di Sant’Anastasia. Ricca di opere d’arte, è la più grande chiesa veronese e il più rilevante monumento gotico della città

A questo punto si prosegue verso il ponte Pietra, l’unico rimasto di epoca romana e testimone, con numerosi  crolli e ricostruzioni, della storia della città. Imperdibile la  romantica vista che si gode da qui delle colline  e del fiume Adige.

Al di là del ponte, in Via Rigaste Redentore, sorge il teatro Romano, una delle testimonianze romane più suggestive. Merita una visita l’annesso museo Archeologico, ricco di reperti di particolare pregio.  

Ripercorrendo ponte Pietra e dirigendosi verso via Cappelletta, si giunge al complesso del Duomo.

L’area comprende, tra l’altro, la Cattedrale vera e propria, San Giovanni in Fonte, battistero di Verona, la chiesa di Sant'Elena, il museo Canonicale con l'annesso chiostro, in cui concedersi una piacevole pausa al riparo dal brusio della vita cittadina.

Proseguiamo poi con una piacevole passeggiata per via Duomo, via Achille Forti, via Rosa e corso Sant’Anastasia e giungiamo in corso porta Borsari, al termine del quale si trova porta dei Borsari, costruita intorno al I secolo d.C. di cui si può ammirare la bella facciata esterna.

Percorrendo l’omonimo corso e proseguendo su corso Cavour, si arriva a Castelvecchio. Imponente nella sua funzione difensiva, venne fatto costruire in epoca  medioevale da Cangrande II della Scala. 
Una parte del complesso, pregevolmente ristrutturata da Carlo Scarpa, custodisce collezioni di arte medievale, rinascimentale e moderna. 

Infine con una bella passeggiata lungo le rigaste san Zeno, si arriva alla basilica di S. Zeno, capolavoro del romanico in Italia, dedicato al patrono della città.

Buona visita!


sabato 20 maggio 2017

Verona vi aspetta!

Da sempre Verona è nota in tutto il mondo come la città che ha ospitato l'Amore tragico di Romeo e Giulietta.
Verona è una città incantevole e perfetta per un week end da favola! 

Ottimo punto d'appoggio per visitare le città limitrofe del Veneto come Vicenza e Venezia e della Lombardia come Milano e Mantova, per non parlare dello splendido Lago di Garda a soli 30 minuti di macchina dal centro di Verona; vale la pena però fermarsi qui poichè la città ha molto da offrire. 



Una vastità di musei, spettacoli, vie dello shopping, piazze bellissime e un centro storico dichiarato Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO per la sua architettura e struttura urbana, in posizione strategica con i suoi magnifici ponti che permettono di godere di passeggiate rinfrescanti nei periodi caldi, lungo le rive del fiume Adige.


Non rimane altro che visitarla...Verona vi aspetta! 

venerdì 19 maggio 2017

Benvenuto!


Ben arrivato sul nostro blog!

Ci presentiamo: 

Siamo Marco e Laura, viviamo in questa bellissima città e lavoriamo nel settore del turismo. Abbiamo aperto insieme un piccolo bed and breakfast boutique nel centro storico di Verona e siamo talmente innamorati di questo luogo che abbiamo pensato di mettere a disposizione di chi volesse visitare Verona, i nostri consigli su come arrivare, cosa vedere,dove alloggiare e mangiare bene! 

Tanti suggerimenti e curiosità per rimanere soddisfatti al 100% di una delle città più belle al mondo senza stressarsi!