mercoledì 24 maggio 2017

Verona in un giorno

Itinerari per tutti i gusti: Verona in un solo giorno!



L’itinerario inizia dal museo Lapidario Maffeiano, istituito nel 1745 grazie all’appassionata opera di raccolta di Scipione Maffei, importante figura della cultura veronese.
Dopo aver visitato quello che è considerato uno dei più antichi musei pubblici d’Europa, ci si avvia verso piazza Bra, luogo che testimonia la vitalità cittadina e caratterizzato dalla presenza imponente dell’Arena.

Procedendo in direzione di via degli Alpini e imboccando stradone Maffei, si raggiunge la chiesa di S. Fermo, uno dei monumenti religiosi più particolari e affascinanti della città, composto da due chiese armoniosamente connesse e sovrapposte l'una all'altra.

Da qui ci si dirige in via Leoni, che ospita la porta Leoni, di epoca romana, di cui si può ammirare parte della facciata interna, di età repubblicana, e altri resti, tra cui il basamento di una delle due grandi torri.

Proseguendo arriviamo in via Cappello dove, secondo la leggenda, al civico 23 si trova la casa di Giulietta, con il balcone più famoso al mondo.

Da via Cappello, si raggiunge la suggestiva piazza delle Erbe, cuore della città fin dal tempo dei Romani.

La piazza, ancora oggi vivace e animata, è incorniciata da palazzi ed edifici che hanno segnato la storia di Verona: la domus Mercatorum, la torre del Gardello e palazzo Maffei. Alla destra della piazza si trovano le cinquecentesche case dei Mazzanti, riccamente affrescate e unite dal portico.

Da piazza delle Erbe, imboccando via dalla Costa, si arriva in piazza dei Signori detta anche “piazza Dante” (per la statua dedicata al poeta che vi dimora nel centro), ornata da palazzi di grande importanza storica e architettonica, come la loggia del Consiglio, il palazzo del Governo, la domus Nova
Sulla piazza, da cui si accede anche alla Torre del Lamberti,  si affaccia il Palazzo della Ragione, oggi sede della Galleria d’Arte moderna “A. Forti”.

Sempre da piazza dei Signori, oltrepassato l’arco tra i palazzi di Cangrande e del Capitanio, nei pressi della chiesa di Santa Maria Antica,  si trovano le Arche Scaligere, monumentale complesso funerario e straordinario esempio dell'arte gotica.

Il percorso continua verso la basilica di Sant’Anastasia. Ricca di opere d’arte, è la più grande chiesa veronese e il più rilevante monumento gotico della città

A questo punto si prosegue verso il ponte Pietra, l’unico rimasto di epoca romana e testimone, con numerosi  crolli e ricostruzioni, della storia della città. Imperdibile la  romantica vista che si gode da qui delle colline  e del fiume Adige.

Al di là del ponte, in Via Rigaste Redentore, sorge il teatro Romano, una delle testimonianze romane più suggestive. Merita una visita l’annesso museo Archeologico, ricco di reperti di particolare pregio.  

Ripercorrendo ponte Pietra e dirigendosi verso via Cappelletta, si giunge al complesso del Duomo.

L’area comprende, tra l’altro, la Cattedrale vera e propria, San Giovanni in Fonte, battistero di Verona, la chiesa di Sant'Elena, il museo Canonicale con l'annesso chiostro, in cui concedersi una piacevole pausa al riparo dal brusio della vita cittadina.

Proseguiamo poi con una piacevole passeggiata per via Duomo, via Achille Forti, via Rosa e corso Sant’Anastasia e giungiamo in corso porta Borsari, al termine del quale si trova porta dei Borsari, costruita intorno al I secolo d.C. di cui si può ammirare la bella facciata esterna.

Percorrendo l’omonimo corso e proseguendo su corso Cavour, si arriva a Castelvecchio. Imponente nella sua funzione difensiva, venne fatto costruire in epoca  medioevale da Cangrande II della Scala. 
Una parte del complesso, pregevolmente ristrutturata da Carlo Scarpa, custodisce collezioni di arte medievale, rinascimentale e moderna. 

Infine con una bella passeggiata lungo le rigaste san Zeno, si arriva alla basilica di S. Zeno, capolavoro del romanico in Italia, dedicato al patrono della città.

Buona visita!